prof Bruno Preziosi fotoIl 26 agosto è venuto a mancare Bruno Preziosi, Professore Emerito dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, maestro di generazioni di allievi e di colleghi, figura di riferimento nella nascita e nella diffusione della Fisica della Materia a Napoli.

Nato in provincia di Isernia nel 1931, Bruno Preziosi ha cominciato la sua attività scientifica nel 1959, quale studente della Scuola di Perfezionamento in Fisica Teorica e Nucleare e successivamente nel ruolo degli assistenti volontari. Dopo un breve periodo di insegnamento a Messina, su segnalazione di Edoardo Caianiello, rientrò a Napoli per tenere a metà degli anni ’60 il primo corso moderno di Fisica dello Stato Solido. Gli sviluppi delle attività di Bruno Preziosi hanno riguardato l'elettrodinamica quantistica e la teoria quantistica dei campi applicata al problema dei molticorpi. Nell'ambito della Fisica dello Stato Solido, ha studiato le proprietà elettroniche di semiconduttori e di plasmoni in metalli. Divenuto professore ordinario di Struttura della Materia nel 1976, si è dedicato a problemi di Random Walk e a di relatività speciale e generale.

Molteplici gli incarichi di prestigio: Direttore dell'Istituto di Fisica Teorica, componente del Consiglio di Presidenza della SIF e degli organi direttivi del Gruppo Nazionale Struttura della Materia del CNR, vice-presidente del Comitato per le Scienze Fisiche del CuninaNR, membro del Comitato consultivo CUN per la Fisica, Direttore del Dipartimento di Fisica e membro del Consiglio di Amministrazione della Federico II. Era socio dell'Accademia di Scienze Fisiche e Matematiche della Società Nazionale di Scienze, Lettere e Arti in Napoli.

La Scuola Politecnica e delle Scienze di Base è vicina alla famiglia, agli allievi ed ai colleghi di Bruno Preziosi con commossa partecipazione.